Associazione ritmi e danze afro
Menu
menu festival
<< BACK
 
Celebrazione del X° Anniversario del Festival
7° continente: linguaggi misti - nuove identità

'Passages : Photography in Africa " by Angela Fisher e Carol Beckwith'

passages

prima europea
info

28 novembre 2009 - 24 gennaio 2010

Museo Regionale di Scienze Naturali – Via Giolitti 36 – Torino
Orario Mostra : 10.00 –19.00 apertura tutti i giorni, escluso il martedì

Inaugurazione/conferenza
con la presenza delle autrici della mostra e il Bruno Genero Percussioni Ensemble
Sabato 28 novembre 2009 - ore 18.00

Esposizione

Cenni biografici sulle autrici

Carol Beckwith e Angela Fisher hanno viaggiato separatamente in Africa per circa vent’anni, in seguito si sono unite per la realizzazione di un progetto decennale, con l’intento di creare una documentazione visiva dei riti e delle culture, in rapida estinzione, del vasto continente. La loro ricerca è culminata nella realizzazione dei 2 volumi del libro African Ceremonies (tradotto in diverse lingue del mondo, tra cui italiano, tedesco, francese, ecc), pubblicato con grande approvazione nel 1999. Foto tratte dal libro sono state esibite in ogni parte del mondo, incluso il Brooklyn Museum of Art di New York, nel 2000.

Carol Beckwith
nasce e studia negli Stati Uniti. Vincitrice del Boston Museum Traveling Fellowship, ha studiato belle arti in Giappone e Nuova Guinea. Arrivata in Africa nel 1974, viaggiò lungo il continente, visse con i Masai del Kenya e della Tanzania e con i Wodaabe del Niger. Le sue esperienze inimitabili hanno portato alla realizzazione di 2 raccolte fotografiche molto apprezzate: Maasai (con Teplit Ole Saitoti, 1980), premiato con l’Annisfield-Wolf Award, e Nomads of Niger (con Marion von Offelen, 1984), che divenne il tema del suo premiato film ‘Way of the Wodaabe’ (1988). Il suo terzo libro African Ark (1990), realizzato in collaborazione con Angela Fisher, ha portato alla realizzazione del film ‘The Painter and the Fighter’. Le fotografie ed i dipinti di Carol Beckwith sono stati esposti e pubblicati negli Stai Uniti, in Europa, Giappone ed Africa.

Nata e cresciuta in Australia, Angela Fisher ha trascorso la maggior parte della sua vita adulta studiando le popolazioni da un confine all’altro dell’Africa. Il suo primo libro, Africa Adorned (1984), la più apprezzata documentazione fotografica sulla gioielleria Pan-Africana e sulla decorazione del corpo, venne presentata dalla rivista National Geographic in un grande articolo di 38 pagine. African Ark (1990), uno studio sulle culture del Corno d’Africa, è stato il risultato della collaborazione quinquennale con Carol Beckwith e ha vinto l’Annisfield-Wolf Award, portando alla realizzazione del film ‘The Painter and the Fighter’, circa la popolazione SURMA dell’Etiopia. Da vent’anni le foto di Angela Fisher, le sue collezioni di gioielli etnici ed i monili realizzati con Maria Alexander sono pubblicati ed esposti in tutto il mondo.

Carol Beckwith ed Angela Fisher hanno continuato a collaborare da African Ark fino al loro pregiatissimo capolavoro in 2 volumi African Ceremonies (1999). Più recentemente hanno realizzato Faces of Africa (edito da National Geographic, 2004), una retrospettiva sui loro 30 anni di ritratti d’Africa.


African Ceremonies: il libro

expoCarol Beckwith ed Angela Fisher, due fotografe occidentali affascinate dai rituali africani, hanno trascorso dieci anni vivendo e viaggiando insieme in 26 paesi africani, documentando la loro passione fino alla realizzazione di African Ceremonies. L’imponente opera in 2 volumi è il loro capolavoro: un’esplorazione di riti e rituali africani, con 850 immagini che ritraggono ‘battesimi’ (nel senso laico di ‘assegnazione del nome’), iniziazioni, cerimonie di passaggio alla maggiore età, matrimoni ed incoronazioni, alle quali le due donne hanno assistito durante i loro viaggi, così come innumerevoli altri momenti di rilievo, riguardanti i loro generosi ospiti.

expoCarol Beckwith ed Angela Fisher hanno fotografato 43 cerimonie che raccontano il ciclo della vita umana: dalla nascita, attraverso l’iniziazione, il corteggiamento, il matrimonio, le incoronazioni reali, i rituali stagionali, gli esorcismi di guarigione, fino alla morte. Vivendo fra le persone, imparando le loro lingue, nutrendosi dei loro cibi ed adattandosi al loro ritmo di vita, le due donne sono state capaci di testimoniare cerimonie che mai prima avevano potuto essere documentate.

expoFra i momenti più belli del libro ci sono la traversata del bestiame dei FULANI, in cui per dieci giorni i giovani uomini conducono le loro mandrie attraverso il vasto fiume Niger, per ricevere doni dai loro compatrioti riconoscenti; una sequenza che mostra una cerimonia di guarigione presso l’etnia HIMBA della Namibia e dell’Angola, di cui ‘ donne selvagge’, possedute da spiriti leone, risultano interpreti convincenti sulla carta; ed una sorprendente serie di fotografie sulle danze di corteggiamento dei Wodaabe, che rivaleggiano per essere scelti da future mogli, affascinandole con sorrisi smaglianti e con l’uso sapiente del trucco.

expoLe autrici fanno notare che come donne hanno avuto accesso a luoghi proibiti agli uomini, e che in qualità di straniere sono state spesso accolte come ‘uomini onorari’ ed ammesse ad assistere a cerimonie esclusivamente maschili. Molti di questi riti sono a rischio d’estinzione, siccome le vecchie usanze vengono dimenticate e in alcuni casi soppresse. Carol Beckwith e Angela Fisher le hanno catturate prima che fosse troppo tardi. Le immagini sono vivide, intime e genuinamente esotiche e si riferiscono ad una varietà di rituali affascinanti e d’incontaminata creatività. Dalle guarnizioni di perline dell’etnia PEDI ai fitti ornamenti in rafia della società DO, le immagini catturano una moltitudine di meravigliosi costumi su meravigliose persone, che celebrano le fasi della propria vita, dalla nascita alla morte.

African Ceremonies: recensioni

“Queste sono fotografie sontuose – una festa figurativa – e rispecchiano sia l’attitudine delle fotografe a guadagnarsi la fiducia dei loro soggetti che la reciproca generosità di ogni sorta di donna e uomo africano. Ma ancor più notevoli sono le immagini del dietro le quinte, negli avvenimenti più intimi in cui la cerimonia si concentra su un singolo momento della vita umana ”
K. Anthony Appiah, The New York Times Book Review

“Una documentazione magnifica del caleidoscopio di riti tribali del continente, che stanno rapidamente scomparendo”
Time Magazine

“…un monumento alla riuscita collaborazione di fotografe, ricercatori, designers, editori e tipografi… C’è molto qui che dovrebbe essere ammirato ”
Los Angeles Times

“uno schianto….queste due donne occidentali sono andate più lontano e più in profondità nell’Africa tribale che qualsiasi altro fotografo prima d’ora”
Wall Street Journal

“Un capolavoro sui rituali africani… Le immagini sono sorprendenti, i colori sfolgoranti, la passione palpabile”
Associated Press


Sedi di esposizioni precedenti

Brooklyn Museum of Art, New York, New York Luglio – Settembre 2000

Mississippi Museum of Art, Jackson, Mississippi Luglio – Ottobre 2002

Borges Centro Cultural, Buenos Aires, Argentina Dicembre 2002 – Marzo 2003

Naples Museum of Art, Naples, Florida Febbraio – Maggio 2003

Carnegie Museum, Pittsburgh, Pennsylvania Maggio – Agosto 2003

National Geographic Museum, Washington DC Ottobre 2004 – Gennaio 2005

Bowers Museum, Santa Ana, Southern California Novembre 2008 – Agosto 2009


Premi

United Nations Award of Excellence United Nations Society of Writers and Artists, 1999
“Per la visione e la comprensione del ruolo delle tradizioni culturali nella ricerca della pace nel mondo” Annisfield-Wolf Book Award, 1991 African Ark:
“Per il contributo eccezionale alla comprensione della diversità e del pregiudizio culturale”
Biarritz Photography Festival, France, 2000 African Ceremonies:
“Miglior libro di fotografia”
Cherry Kearton Medal and Award Royal Geographical Society of London, 2000
“Per il contributo alla documentazione fotografica dei rituali e dell’etnografia africana”
Golden Handy of Lucy Institute of Human Origins, United States, 1990
“Per gli studi culturali sull’umanità”

a
 
Home - Ritmi e Danze Afro - Bruno Genero - Katina Genero - Kaidara - Mamadanse - Stage&News - Festival - Il Salotto - Sitemap - Links - Contatti
© Associazione Ritmi e Danze Afro - via Ettore Fieramosca 2 - 10136 TORINO - tel +39 011 35.54.50 - afro@afro.it - webdesign annafazio.it